Associazione Iscritti a parlare
Atto costitutivo Statuto Organismi dirigenti Sede operativa
L'interesse per la Cultura, l'impegno civile nella la vita politica nel nostro Paese, l'attenzione alle questioni internazionali, la preoccupazione per i grandi rischi ambientali che il Pianeta corre, sono le caratteristiche che accumunano tutti coloro che hanno deciso di dar vita, nel febbraio del 2018, all'Associazione "iscritti a parlare" per avere una sede settimanale d'incontro e di confronto.
Non c'è stato bisogno di discutere a lungo sui principi da affermare. Nell'atto costitutivo c'è scritto che l'associazione opera in una cornice di convinto europeismo e nel rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione Italiana, rivolgendo la sua attività:
  • alla promozione e alla salvaguardia del libero, democratico e civile confronto di idee;
  • all'impegno per la promozione e la tutela dei diritti umani, dei diritti civili, della parità di genere;
  • al processo di innovazione e ammodernamento degli assetti istituzionali;
  • all'impegno per la valorizzazione del lavoro e della sua dignità affrontando i cambiamenti epocali in atto;
  • all'impegno per la tutela dell'ambiente, del territorio urbano e del patrimonio culturale;
  • all'azione di contrasto politico e culturale delle spinte populiste e sovraniste che stanno minando la convivenza civile e la democrazia nel nostro Paese;
  • a potenziare e qualificare il sistema educativo e formativo delle giovani generazioni, strategico per la tenuta democratica ed il progresso sociale.

Anche sugli scopi ci si è trovati sostanzialmente d'accordo. Nell'atto costitutivo si dice che l'Associazione è un organismo senza scopo di lucro che si propone di:

  • promuovere giornate di studio, incontri, dibattiti, conferenze, anche aperti ai non iscritti, intervenendo nei settori della cultura, della politica, dell'istruzione, della ricerca scientifica, del tempo libero, della promozione umana;
  • aggiornare i propri iscritti, documentare le attività svolte, dar conto dei risultati raggiunti, diffondere materiali e rassegne, promuovere dibattiti on line, attraverso il sito web dell'associazione e gli altri strumenti di comunicazione funzionali allo scopo;
  • pubblicare periodici che trattino tematiche locali, nazionali o internazionali e che riportino informazioni sulla vita dell'associazione;
  • collaborare con altre associazioni ed organismi politici, culturali, sociali e ricreativi, nazionali e territoriali, con analoghe finalità.

Periodicamente l'associazione organizza eventi pubblici, per analizzare, approfondire e dibattere temi di attualità sociale, economica, politica e culturale, con esperti invitati a dare il proprio contributo di competenza e di riflessione. Nel 2018 sono stati organizzati dibattiti pubblici sui seguenti temi:

  1. Quale Italia è uscita dalle urne il 4 marzo 2018;
  2. La scuola si interroga. I problemi del nostro sistema educativo;
  3. Conseguenze di una uscita dell'Italia dall'Europa e dall'Euro;
  4. Il trasporto pubblico locale: liberalizzazione e innovazione;
  5. La Costituzione Italiana sotto assedio;
  6. Il futuro del lavoro, nell'evoluzione tecnologica e digitale.
Ospiti nei vari incontri, fra gli altri, il prof. Pietro Reichlin (Università LUISS di Roma), il prof. Cesare Pinelli (Università La Sapienza di Roma), il Dott. Roberto Santaniello (Rappresentanza Italiana nella CE), Marco Bentivogli (segretario FIM-CISL), il giornalista Luca De Biase (il Sole 24ore), il dott. Marco Campione (politiche dell'istruzione), l'avv. Francesco Mingiardi (promotore referendum TPL)

Il primo dibattito pubblico del 2019 si tiene sul tema: Autonomie regionali e principio di uguaglianza con il prof. Cesare Pinelli. Nei prossimi mesi seguiranno:

  • Europa ed elezioni europee;
  • Il Decreto Pillon sul diritto di famiglia;
  • La scuola: funzioni, finalità, valutazione, riordino cicli scolastici;
  • Democrazia rappresentativa e democrazia diretta;
  • Comunicazione e informazione;
  • Lavoro e politiche sociali e ambientali;
  • Giustizia e Stato di diritto;
  • I giovani e il divertimento intelligente (Videogiochi, Giochi da tavolo, ecc.).

    L'Associazione collabora con gli istituti superiori romani nell'ambito di progetti di Alternanza scuola-lavoro, Orientamento, Educazione alla cittadinanza (Comunicazione ed Europa) , intervenendo in fase di progettazione, organizzazione e coordinamento.
    Le scuole attualmente coinvolte nei progetti sono: i Licei Tacito, Talete, Manara, Mamiani, Caetani, Farnesina, Giordano Bruno, Socrate, Lucrezio Caro; gli Istituti Tecnici Colombo, Fermi; gli Istituti Professionali Domizia Lucilla, Cattaneo.
    l'Associazione iscritti a parlare , per l'attuazione dei progetti rivolti alle scuole ha firmato convenzioni e collabora con molteplici realtà aziendali e professionali:

    • La Repubblica, Il Sole 24 ore, L'Espresso, Internazionale, RaiNews24, La7;
    • L'Associazione Stampa Estera;
    • La Ernst & Young (E.Y.), network mondiale di servizi professionali di consulenza direzionale, revisione contabile, fiscalità e transaction;
    • La Fondirigenti;
    • Il CeSPI (Centro Studi Politiche Internazionali)
    • la Rappresentanza Italiana della Commissione Europea.

    L'Associazione intende mantenere un impegno costante con il mondo giovanile e, nella prospettiva di pervenire alla costituzione di una sua Sezione Giovani, sta pianificando l'organizzazione di eventi culturali rivolti a tale mondo.

    Ma al di là di ogni attività, il cuore della vita associativa, la sua ragione d'essere, risiede nell'incontrarsi settimanalmente, nel riflettere insieme sui temi di attualità nel nostro paese, capire, discutere, confrontarsi, ritrovarsi attorno al desiderio ed alla esigenza di socialità e di condivisione di idee e sensibilità.

    Chiunque abbia interesse a saperne di più può venire alle iniziative pubbliche. Troverà in questo sito l'indicazione di data ora e luogo in cui si terranno. per ricevere la newsletter dell'associazione (non più di 15 l'anno) dovrà solo cliccare qui e inviare, senza bisogno di scrivere nulla.

    Home page