Governo subliminale
di Carlo Mari---10-07-2018
Un Angelo Panebianco lucidissimo, definitivo, sul nuovo governo (si prega leggere l'articolo allegato). Nascosto dietro la attenzione totalizzante e compulsiva per la questione immigrazione (certamente tragica) il profondo disastro sociale e politico di prospettiva di questo governo è lo smantellamento strisciante della democrazia rappresentativa, per la quale l’alternativa declamata è la democrazia diretta, quella reale è lo stato corporativo. E in poche settimane ne abbiamo già dimostrazioni lampanti. La politica non elabora più sintesi e mediazioni (il bene comune) “fra interessi e sensibilità ideologiche diverse”, ma insegue interessi di parte (soprattutto i più urlanti ed elettoralmente redditizi). E questo è un prodotto specifico dell’ala gialla del governo gialloverde, quella realmente – e subliminalmente - più forte.
Panebianco_10_07_18.pdf